Special Report – Euroguss 2020

Euroguss 2020, che si è tenuto a Norimberga dal 14 al 16 gennaio 2020, è stato l’ultimo appuntamento di rilievo per l’industria dell’alluminio prima dello stop imposto a tutti gli eventi fieristici in seguito all’emergenza Covid-19. I commenti raccolti allora tra gli espositori evidenziavano l’importanza dell’innovazione dei processi e delle tecnologie per stimolare la ripresa del mercato. Un aspetto che giocherà un ruolo chiave nella prossima fase post emergenza

ECOTRE VALENTE

Ecotre Valente, eccellenza bresciana e distributore in esclusiva per l’Italia dei software ProCAST, QuickCAST e QuikCAST Lt per la simulazione dei processi di fonderia e acciaieria e dal 2010 del software DEFORM per la simulazione di stampaggio a freddo, caldo, forgia, laminazione, estrusione e trattamenti termici, ha concluso la propria partecipazione ad Euroguss 2020 con ottimi risultati ed oltre 200 visitatori al proprio stand. Una kermesse ricca di proposte innovative, sostenibilità, digitalizzazione ed efficienza. ECOTRE è stata protagonista indiscussa permettendo a tutti i visitatori di toccare con mano la Fonderia Virtuale 4.0, di cui dal 2018 ECOTRE è il primo centro europeo grazie alla rete creata tra Brescia e i cinque uffici in Germania: Monaco, Stoccarda, Neu-Isenburg, Darmstadt, Dresda, Essen e Wolfsburg.
“l software di simulazione traducono madre natura in equazioni matematiche e consentono di prevedere in modo scientifico l’insorgere e la formazione di porosità da ritiro, porosità da gas, formazioni di cricche e tutte le altre difettosità tipiche della metallurgia”, spiega , Lorenzo Valente, CEO di ECOTRE. “Durante Euroguss visitatori e clienti hanno potuto apprezzare le competenze e la professionalità del team ECOTRE e l’efficienza dei software di simulazione nel creare un vero e proprio gemello virtuale predittivo. La simulazione oggi è fondamentale per operare in un mercato che impone la realizzazione di pezzi difficili in tempi rapidi e non lascia spazio a errori, prove e campionature successive. Oggi non è più permesso sbagliare. Se in passato era normale impiegare un anno per mettere a punto la produzione di un componente, oggi si può arrivare al massimo a 2-3 mesi. Prodotti e componenti sono sempre più sofisticati, i tempi sempre più stretti. Produrre virtualmente permette di sapere oggi quello che accadrà tra mesi, guadagnando tempo e risparmiando quello che occorrerebbe investire in prove, in successive correzioni e controlli qualità”.

GEFOND

Internet of Things (IoT), Machine learning e Big Data stanno diventando sempre più parole di uso comune nel mondo industriale. È stimato che entro il 2022 un quarto della manifattura globale si servirà di intelligenza artificiale per i processi come assistenza e manutenzione.
Con l’avvento dell’industria 4.0 la manutenzione degli impianti produttivi non è più limitata alla sostituzione ordinaria dei componenti usurati ma diviene parte della strategia produttiva.
Ma avere le informazioni non basta: è necessario saperle interpretare per poter prendere decisioni corrette. Dalla consapevolezza della necessità di un cambiamento di visione nasce Perpetuo il primo software di intelligenza artificiale per la manutenzione predittiva in fonderia.
Presentato in anteprima mondiale alla fiera Euroguss 2020 di Norimberga, Perpetuo è il primo software di intelligenza artificiale creato nella fonderia per la fonderia, l’unico in grado di dialogare con qualunque macchina e periferica dell’isola di pressocolata, capace di supportare le aziende non solo nella gestione dell’attività di manutenzione quotidiana, ma anche nella visione di sviluppo strategico.
“È necessario un cambiamento culturale. Questa è la missione dell’approccio Gefond ‘for a long life industry’ che si basa su tre principi: guardare al futuro e puntare sull’innovazione tecnologica, ampliare l’offerta dei servizi, investire in formazione per aumentare la produttività.”Lo spiega Tiziana Tronci, External Relations Manager & New Products Development di Gefond, società che dal 1994 rappresenta e distribuisce in Italia materiali di consumo e impianti tecnologici destinati al settore delle fonderie di leghe non ferrose.
Tiziana Tronci continua: “L’Intelligenza Artificiale riesce a correlare tra loro migliaia di dati in tempi più rapidi e con una maggiore precisione. Perpetuo nasce dall’incontro tra la competenza tecnica sui macchinari di pressocolata e il know how nello sviluppo di software di intelligenza artificiale applicate alla manutenzione predittiva. Permette una riduzione dei costi e un abbattimento dei fermi degli impianti. È lo strumento indispensabile finalmente presente anche nel mondo della fonderia”.

IECI

In occasione di Euroguss 2020 IECI, già precorritrice nel campo dell’IOT nella termoregolazione, ha presentato il nuovo sistema di gestione del controllo di temperatura e della manutenzione da remoto.
Nell’edizione 2018 si era presentato il pioneristico IOT 4.0 con il quale le centraline IECI sono monitorate online dalla sede italiana che, schedulando la manutenzione preventiva, evita ai clienti costosi fermi di produzione. Oggi IECI fa un passo in più e integra il sistema di monitoraggio online con la possibilità di gestire l’intera batteria di termoregolatori da remoto. Numerose sono state anche le novità tecniche presentate per quanto concerne la tecnologia di termoregolazione: insieme alle nuove unità specifiche per il controllo dei fluidi nei pistoni e nei contenitori è stato anche introdotto il nuovo sistema di comunicazione termoregolatore-termocamera. In attesa di presentare altre novità assolute a Metef 2021, IECI si riconferma uno dei player principali della termoregolazione mondiale.

LACO STAMPI

Terza partecipazione soddisfacente ad Euroguss, la fiera più significativa nel settore pressofusione.
Laco Stampi nasce nel 1979 come ditta familiare che si rivolge a una clientela legata al territorio. Dal 2015 si apre al mercato estero e partecipando a fiere internazionali di settore acquisisce clientela in Francia, Svizzera, Romania, Slovacchia e Tunisia. Progetta e realizza stampi per pressofusione di leghe di alluminio, zama, magnesio e zinco, iniezione di termoplastici e resine epossidiche, termoindurenti e stampi tranciabave che trovano impiego nell’industria di illuminazione, filtrazione, arredamento, componentistica per auto e moto, macchine per ufficio e nel settore elettrico ed elettronico. Laco Stampi si propone come partner del cliente, supportandolo dalla fase di industrializzazione del prodotto fino alla realizzazione degli stampi.

LPM Group

Il Gruppo LPM, specializzato nella progettazione e costruzione di macchine ed impianti per la colata in bassa pressione di leghe di alluminio e magnesio, è presente ormai da oltre vent’anni nei principali mercati internazionali anche grazie alla sua sempre costante partecipazione ai maggiori eventi fieristici mondiali. Dopo le prime partecipazioni nel 2016 e nel 2018, fu deciso di continuare l’esperienza positiva partecipando, nel Gennaio di quest’anno, ad una nuova edizione.
Con uno stand di circa 32 m2 e con ben cinque membri dello staff costantemente presenti, LPM ha nuovamente affrontato a testa alta questo nuovo evento con la determinazione e la qualità che da sempre la contraddistinguono. LPM ha approfittato dell’evento per distribuire una nuova edizione rivista ed ampliata del catalogo generale e una nuova veste grafica della propria immagine. Numerose erano già state le informazioni raccolte in merito a potenziali visite dei maggiori clienti e quindi il personale LPM aveva già chiaro, fin dal primo momento, che gli incontri sarebbero stati numerosi ma, come accaduto in occasione della manifestazione del 2018, agli appuntamenti schedulati si sono sommati moltissimi nuovi incontri sia con clienti storici che con nuovi, potenziali acquirenti, interessati a conoscere le innovazioni che il gruppo ha sviluppato in questi ultimi tempi. Pochi giorni ma estremamente interessanti, nei quali le richieste sono state davvero molte ed hanno comportato un notevole lavoro nelle settimane successive all’evento. Per riassumere, Euroguss 2020 ha rivelato senza ombra di dubbio come il mercato, soprattutto quello dell’automotive, sia in procinto di ripartire alla grande e come molte aziende siano nuovamente orientate ad investire.
Una manifestazione che riteniamo sia estremamente valida, in quando coniuga la potenzialità della GIFA ad una maggiore flessibilità e peculiarità nel toccare aspetti più specifici della fonderia, senza disperdersi in altri campi meno interessanti e proficui, e che certamente ci vedrà, tra un biennio, nuovamente in prima linea per una nuova ed ancor più efficace partecipazione.

Marposs

L’industria automobilistica sarà elettrica, tuttavia i processi di produzione tradizionali non saranno obsoleti: l’elettromobilità non avrà un futuro sostenibile senza fonderie e acciaierie; i componenti principali dei veicoli elettrici sono realizzati in alluminio, magnesio e zinco o altre leghe leggere. Guardando al futuro, Marposs investe da sempre in R&D di soluzioni innovative: il nuovo TTV (Total Thermal Vision) è stato presentato in occasione di Euroguss 2020come risposta per il controllo delle lavorazioni di leghe leggere e la digitalizzazione della fonderia. Il TTV è una soluzione ottimale per la distribuzione della temperatura superficiale degli stampi, ma non solo. Questa nuova tecnologia permette la memorizzazione in tempo reale delle immagini termografiche e dei relativi dati di temperatura, rendendo possibile l’ottimizzazione del processo. Senza influire sul tempo di ciclo, il TTV consente di monitorare le mappe termiche, di percepirne le modifiche e quindi evitare l’insorgenza di difetti. Un sistema che si integra nel MES di stabilimento, costituendo la chiave di accesso all’Industria 4.0 per l’universo della fonderia.

MECCANICA PI.ERRE

Gli importanti investimenti in R&D e il grande impegno profuso hanno generato un notevole interesse nei confronti dei nostri prodotti e, di conseguenza, la chiusura di importanti ordini e la nascita di numerose opportunità di collaborazione con realtà affermate a livello mondiale. È stata confermata inoltre la forte operatività commerciale in particolare nel Nord-America, dove il brand MECCANICA PI.ERRE rappresenta un solido partner in un mercato dall’alta competitività. L’azienda, già leader nella produzione di stampi e presse trancia per componenti powertrain e in particolare di parti strutturali per il settore automotive, ha ribadito l’assoluta leadership nel mercato della trimming technology presentando un prodotto dalle caratteristiche innovative. Una delle maggiori novità presentate quest’anno in Euroguss è Electra, la prima macchina tranciasbavatrice brevettata al mondo, completamente elettrica e priva di parti idrauliche. Electra ha riscontrato un enorme interesse tra i numerosi visitatori per le sue alte performance in termini di precisione e velocità combinate ad un elevato risparmio energetico e dei costi di manutenzione. Queste qualità rappresentano un importante beneficio per il cliente che decide di investire in una macchina green, affidabile e al passo con il concetto di Industria 4.0.

Orange1 Holding

Orange1 Holding è un gruppo internazionale leader europeo nella progettazione e produzione di motori elettrici, pressocolati in alluminio
e torneria di precisione. Presente in oltre 70 paesi, ha un fatturato di circa 235 mln €, con 11 stabilimenti, 1.200 dipendenti e una produzione di oltre 1 milione di motori elettrici asincroni monofase e trifase, 5 milioni di avvolgimenti per motori asincroni, 60 mila drive per motori elettrici, 25.000 ton di pressocolati e 12 milioni di componenti automotive di alta precisione. Già leader nella produzione di motori elettrici, dal 2017 punta alla leadership anche nella pressofusione in alluminio con la divisione Foundry diventando leader nella co-progettazione e produzione di componenti in alluminio pressofuso. Utilizzando tecnologie all’avanguardia offre i massimi livelli di qualità e, grazie alla collaborazione con i migliori fornitori sul mercato, progetta le soluzioni tecnologiche ottimali per ogni processo produttivo. Orange1 Foundry segue l’intero processo produttivo, dal co-design, alla pressofusione e ai lavori meccanici.

SACAL AND SIMAR (Cordifin Group)

Attraverso un’accurata selezione/lavorazione e raffinazione dei rottami di alluminio, SACAL procede alla rifusione dei rottami stessi per produrre leghe di alluminio di alta qualità in lingotti e barre di colata continua. Questo processo ha un’importante funzione ecologica e di risparmio energetico, infatti la produzione di alluminio secondario, rispetto alla produzione di alluminio primario, comporta un’importante risparmio delle risorse e del 95 % della energia elettrica necessaria.
SIMAR Produce leghe di zinco primarie (zama) di altissima qualità. Per la propria produzione utilizza solo lingotti di zinco SHG, alluminio SHG e rame SHG.
Le due aziende vantano una storia solida, basata su una lunga continuità aziendale e su una filosofia commerciale che ha come obbiettivo la totale soddisfazione del cliente.

Brio-Moulds

Brio-Moulds progetta e produce stampi di ogni dimensione per la pressocolata di alluminio e magnesio. L’azienda ha una lunga esperienza in diversi settori, competenza tecnica elevata, attenzione all’innovazione e qualità certificata.

Maicopresse

Anche l’edizione 2020 di Euroguss è stata per Maicopresse Spa un’occasione per raccogliere buoni risultati. I visitatori hanno risposto in maniera positiva e le aspettative sono state pienamente soddisfatte. Ottima partecipazione degli operatori del settore che hanno apprezzato le novità tecniche e tecnologiche relative alla gamma di macchine per la pressofusione di leghe leggere che da anni Maicopresse produce con successo.

0 Condivisioni