Nuovi treni di laminazione WRM e linee per lingotti CTL sotto l’ egida di GMS

ENGITEC e GMS hanno fondato una nuova Business Unit per servire il mercato degli impianti per la produzione di filo di alluminio (WRM) e per la produzione di lingotti in alluminio CTL (Cut-To-Length) basata su nuove idee e nuovo approccio al cliente

di Carmelo Maria Brocato e Flavio Reggiani

L’industria dell’alluminio ha subito profondi cambiamenti negli ultimi quindici – vent’anni, che è risultato nel cosiddetto “spostamento del baricentro di produzione” (Figura 1) dal Nord-Ovest al Sud-Est del pianeta, anche se questo fenomeno è cominciato alla fine degli anni ‘60.
Vediamo infatti che non ci sono programmi per la realizzazione di nuovi smelters di alluminio in Europa e Nord America, dove anzi, porzioni della capacità produttiva sono state via via temporaneamente o definitivamente chiuse, mentre nuovi smelters o espansioni di smelters esistenti sono stateprogrammate principalmente nel Sud-Est asiatico, in Cina e in India.
Poche iniziative coraggiose come il revamping dello smelter in Sardegna condotto dalla società svizzera Sideralloys, sono un’eccezione che rinforza la tesi sopra esposta.
Le probabili cause di tali cambiamenti sono state studiate e discusse da eminenti esperti e futurologi attraverso centinaia di dibattiti e pubblicazioni, ma ciò che è sicuro e inconfutabile è che le sfide dell’industria navale nel rendere le navi sempre più grandi – ad esempio una moderna nave portacontainer può trasportare fino a 19.000 container (venti piedi equivalenti), determineranno un continuo abbassamento del prezzo dei trasporti, incentivando ulteriori spostamenti delle attività produttive nei paesi low cost.
In questo scenario in forte evoluzione, denso di nuove opportunità, il Top Management di ENGITEC e GMS ha deciso di creare una nuova Business Unit dedicata alla progettazione e fornitura di impianti per la produzione di vergella di alluminio e linee complete per la produzione di lingotti di alluminio (tipo Cut-To-Length ) mettendo a frutto nuove idee e nuove strategie.
La progettazione di massima è stata indirizzata alla necessità di definire un sistema di automazione e controllo che svincoli per sempre, anche per gli impianti di produzione di lingotti CTL, i parametri oggettivi quali rese metalliche, OEE ed OpEx da fattori come l’abilità e la motivazione degli operatori. Se questa filosofia “tutto dipende dal Team” era normale negli anni ‘70 e ‘80, era forse tollerabile negli anni ‘90, ma è inaccettabile in era moderna.
GMS è molto lieta di proporre al mercato due diverse famiglie di impianti per vergella, che coprono sei diverse cadenze produttive, come indicato in figura 2.
Dato che la tecnologia di laminazione si basa sul principio del two-rolls, l’indicazione sui diametri ottenibili è puramente indicativa. Infatti, semplicemente modificando rulli, guide e poche altre parti, è possibile produrre qualsiasi diametro compreso tra il più grande e il più piccoli previsti nel RPD (Roll Pass Design).
Ci auguriamo davvero che il mercato accolga l’iniziativa di GMS di entrare nel mondo degli impianti per vergella e lingotti CTL dato che, in linea di principio, un nuovo fornitore è sempre una grande opportunità, soprattutto quando questo nuovo fornitore è motivato dal desiderio di semplificare la complessità “del fare” vergella e lingotti.

0 Condivisioni