Grande affluenza all’assemblea annuale AITAL

Oltre il 70% dei soci ha partecipato all’appuntamento annuale dell’Associazione

di Giampaolo Barbarossa

L’Assemblea annuale dell’AITAL (Associazione Italiana Trattamenti superficiali Alluminio) si è tenuta lo scorso mese di ottobre a Bentivoglio, piccola città legata già nel nome ai Bentivoglio, Signori di Bologna, che ne fecero la propria residenza di campagna.
L’affluenza dei soci all’assemblea è stata molto alta. Circa il 70% degli associati è stato presente all’evento. Una così elevata partecipazione è stata certamente dovuta all’interesse dei soci per l’associazione e per le relazioni tecniche e statistiche che sono state presentate ma ha certamente contribuito al successo il fatto che contemporaneamente si festeggiassero i 60 anni di CIOA, l’associazione degli ossidatori anodici che, insieme al VECTAL (Associazione Italiana dei Verniciatori Conto Terzi Alluminio), aveva reso possibile la fondazione nel 1994 dell’AITAL.
Il presidente Francesco Memoli, dopo aver salutato i partecipanti e aver ricordato loro l’impegno al cambiamento di alcuni passi dello statuto associativo si è poi rivolto agli ex presidenti di CIOA ,molti presenti in sala, chiamandoli “Maestri”. In questo gruppo c’erano Walter Fabbri, Silvio Casadio Loreti, Silvio Pozzoli, Giancarlo Fenzi, Corrado Baroni, Antonio Tirapelle e Pino Ponzio.
Per il presidente Memoli l’esempio di dedizione mostrato nel passato da questi presidenti e da tutti i consiglieri è un segnale forte di unità, compattezza, condivisione di obbiettivi e valori in particolare per i giovani che fanno parte dell’associazione con la convinzione che ricambi generazionali stiano procedendo nel segno della continuità e del miglioramento con nuove idee e nuove energie. Il presidente Memoli ha chiuso il suo intervento rivolgendosi a tutta l’Assemblea e ai candidati al Consiglio Direttivo per il prossimo mandato triennale 2019-2021, raccomandando ai futuri consiglieri di garantire un fattivo contributo e una costante presenza.
È intervenuto poi il Segretario Generale, Giampaolo Barbarossa, per presentare il programma della giornata e ad elencare le principali attività svolte dall’Associazione nell’ultimo anno. In particolare, Barbarossa si è soffermato sui risultati della rivista Oxit e sulle modifiche nel sito internet dell’associazione, che è ora uno strumento di informazione per i soci specialmente nella parte riservata e che sta per migliorare anche la parte destinata all’informazione tecnica per gli utilizzatori.
Barbarossa ha ricordato anche l’attività dei gruppi di lavoro tecnici. Anche quest’anno è stata intensa l’attività di alcuni gruppi di lavoro tecnici, in particolare, dei GdL “Prodotti Vernicianti” e “Ossidazione Anodica” che hanno lo scopo finale di redigere specifiche Schede Tecniche che diventano un utile riferimento in materia di trattamenti superficiali sull’alluminio. Le ditte associate sono state regolarmente informate, attraverso circolari e notiziari, su tutti gli adempimenti per il rispetto della salute dei lavoratori e dell’ambiente. In particolare vengono tenuti sotto controllo gli aggiornamenti, le nuove disposizioni e gli obblighi previsti dal REACH.
È continuato l’impegno dell’Associazione nell’attività convegnistica. In particolare AITAL con AIM (Associazione Italiana di Metallurgia) ha organizzato il Convegno “Estrusi di alluminio per un mercato globale che vuole qualità, competenza e valore aggiunto” tenutosi lo scorso 7 giugno a Milano, che ha visto la partecipazione di una folta platea. Anche quest’anno AITAL ha collaborato col Politecnico di Milano nell’organizzazione della quinta edizione dell’ISM (Industrial Short Master) sui trattamenti superficiali del ferro e dell’alluminio a cui ha aderito un buon numero di allievi.
Un punto fondamentale dell’attività di AITAL si ritrova nei rapporti di collaborazione col QUALITAL (Istituto per la certificazione dell’alluminio e di altri materiali) che si sono dimostrati ancora una volta estremamente utili per le ditte Associate. Il QUALITAL rappresenta infatti per le aziende un preciso e consolidato riferimento, grazie al supporto tecnico , alle competenze ed alle attrezzature di laboratorio presenti in questo Istituto.

Le relazioni tecniche
La giornata è proseguita con la presentazione di alcune relazioni su temi tecnici ed economici. In particolare Carmine Garzia dell’Università della Svizzera Italiana ha presentato una memoria su “Evoluzione del mercato dei serramenti in Italia e prospettive di sviluppo nel 2019-2020. Gli effetti sul mercato delle finiture superficiali”.
L’intervento del prof. Garzia ha suscitato grande interesse per l’analisi dettagliata della situazione nel comparto delle finiture, che ha mostrato negli ultimi anni incoraggianti segni di ripresa e una certa stabilità che dovrebbe perdurare anche nei prossimi anni.
La sessione tecnica “Aggiornamento attività Gruppi di Lavoro, Normative ambientali, situazione congiunturale” ha informato sulle attività di ricerca condotte dal QUALITAL, sui Marchi di Qualità, sui risultati dei gruppi di lavoro AITAL, sugli aggiornamenti sulle normative ambientali, sulla situazione congiunturale del comparto dei trattamenti superficiali su alluminio e su altri argomenti esplicitamente richiesti dai partecipanti. Più nel dettaglio, Giampaolo Barbarossa ha fornito indicazioni in merito all’iniziativa rivolta ad una modifica legislativa sui limiti dell’alluminio negli scarichi delle acque reflue industriali, alle disposizioni di legge sull’autorizzazione all’uso del cromo esavalente ed alle disposizioni di legge sull’uso di prodotti a base di nichel.
Riccardo Boi ha presentato i risultati di un progetto di ricerca e della relativa sperimentazione condotta presso il laboratorio QUALITAL su tecniche innovative di ossidazione in continuo del nastro di alluminio. Infine, Pozzoli ha informato i presenti in merito ad un nuovo progetto per il recupero dell’idrogeno dagli impianti di anodizzazione e Casati, nella sessione verniciatura, ha presentato i risultati di studi e ricerche in corso e le nuove iniziative nei seguenti ambiti:
• Gruppi di lavoro QUALICOAT
• Progetti aperti del gruppo di lavoro «Powders»
• Aggiornamenti delle Specifiche tecniche del Marchio QUALICOAT
Sempre per la verniciatura, Bernabè (presidente QUALIDECO) ha fatto una panoramica dello sviluppo di questo Marchio nel mondo. Un particolare momento della giornata è stato il festeggiamento dei 60 anni di CIOA con gli ex presidenti, che hanno fatto interventi di incoraggiamento e di stima per rappresentati delle aziende associate presenti. Su proposta dei consiglieri in carica, approvata unanimemente dall’Assemblea, si è stabilito di attribuire a tutti gli ex presidenti il titolo di soci onorari.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: